EDK CDIP CDPE CDEP
EDK CDIP CDPE CDEP

Sistema educativo svizzero

L'istruzione in un Paese plurilingue e federalistico

In Svizzera l'istruzione, dalla scuola obbligatoria fino al livello terziario (formazione universitaria e professionale superiore), è un compito dello Stato. La responsabilità principale è dei 26 Cantoni. Nel settore postobbligatorio (formazione generale, formazione professionale e scuole universitarie) le competenze sono ripartite tra Confederazione e Cantoni, che ne condividono la responsabilità. I Cantoni e i Comuni finanziano il 90% della spesa pubblica per l'istruzione.


Scuola obbligatoria 

La maggior parte degli allievi frequenta la scuola obbligatoria nelle scuole pubbliche del Comune di domicilio. Circa il 5% degli allievi frequenta una scuola privata.

La scuola pubblica svolge un ruolo importante ai fini dell'integrazione: nonostante il diverso background sociale, linguistico e culturale tutti gli allievi frequentano la stessa scuola.

La scuola obbligatoria è di competenza dei Cantoni. I Comuni ne gestiscono il funzionamento. Il forte radicamento locale consente il reperimento di soluzioni adeguate alla realtà locale. La frequenza della scuola obbligatoria è gratuita.

Durata dei livelli scolastici: La scuola obbligatoria dura undici anni. Il livello primario – compresi due anni di scuola dell'infanzia oppure i primi due anni di un ciclo di entrata – dura otto anni. Il livello secondario I dura tre anni. Nel Cantone Ticino il livello secondario I (scuola media) dura quattro anni. In genere all'inizio dell'obbligo scolastico i bambini hanno quattro anni.

In singoli Cantoni della Svizzera tedesca la frequenza della scuola dell'infanzia non è obbligatoria oppure lo è solo per un anno; tuttavia anche in questi casi di regola la maggior parte dei bambini frequenta la scuola dell'infanzia per due anni. In alcuni Cantoni della Svizzera tedesca i Comuni adottano una forma di ciclo di entrata (Grundstufe o Basisstufe). Questa forma organizzativa prevede la frequenza della stessa classe da parte di bambini di età compresa tra quattro ed otto anni rispettivamente tra quattro e sette anni. Nella Svizzera romanda di regola i due anni della scuola dell'infanzia sono ascritti al "cycle 1" oppure "cycle primaire 1", il quale dura quattro anni. Nel Cantone Ticino oltre ai due anni di scuola dell'infanzia obbligatori è offerto un anno facoltativo per bambini a partire da tre anni di età.

Al livello secondario I gli allievi frequentano lezioni di diversi livelli per tutte le materie o per parte di esse, a seconda del loro rendimento. Le forme organizzative sono varie (p.es. classi separate o classi comuni con insegnamento per livelli in singole materie).

Lingue: A seconda della regione linguistica, la lingua d'insegnamento può essere il tedesco, il francese, l'italiano o il romancio; nei Comuni romanci vi è tuttavia una situazione particolare. Tradizionalmente in Svizzera si dà molta importanza all'apprendimento delle lingue. Durante la scuola obbligatoria gli allievi apprendono una seconda lingua nazionale e l'inglese.


Formazione postobbligatoria 

Nel settore della formazione postobbligatoria (livello secondario II e terziario) la base dell'offerta formativa è costituita di regola da atti giuridici intercantonali o confederali. I Cantoni sono responsabili dell'esecuzione e gestiscono le scuole. L'unica eccezione è costituita dai Politecnici federali, gestiti dalla Confederazione.

Livello secondario II. Circa due terzi dei giovani, una volta terminata la scuola obbligatoria, svolge una formazione che congiunge scuola e pratica (tirocinio duale); essa conduce ad un attestato di capacità professionale e può essere conclusa anche con una maturità professionale. Circa un terzo dei giovani svolge una formazione puramente scolastica (scuola specializzata o liceo/scuola di maturità) in preparazione di uno studio presso una scuola universitaria.

Oltre il 90% dei giovani consegue un diploma al livello secondario II, che consente l'avvio di un'attività professionale, l'accesso ad una scuola specializzata superiore oppure – con una maturità liceale, una maturità specializzata o una maturità professionale – la prosecuzione della formazione presso una scuola universitaria. Complessivamente la quota di maturità è del 37.5% (maturità liceale, specializzata e professionale).

Livello terziario: Del livello terziario fanno parte le scuole universitarie (università, le scuole universitarie professionali e le alte scuole pedagogiche) e, come importante alternativa, la formazione professionale superiore. La formazione professionale superiore è rivolta a professionisti dotati di esperienza e consente loro di specializzarsi o di qualificarsi ulteriormente. Essa può essere svolta frequentando una scuola specializzata superiore oppure sostenendo uno degli esami regolamentati a livello federale (esame di professione ed esame professionale superiore).

La quota di diplomi del livello terziario supera il 45%, di cui circa due terzi sono diplomi universitari e circa un terzo diplomi della formazione professionale superiore.


Particolarità del sistema dell'istruzione svizzero 

Contraddistinguono il sistema dell'istruzione svizzero segnatamente

  • una spiccata permeabilità: diversi percorsi permettono di iniziare una formazione o una scuola oppure di passare ad una formazione o scuola di altro tipo, oppure di recuperare;
  • un accesso aperto alle diverse offerte formative: in linea di principio chi dispone delle qualifiche necessarie può svolgere la formazione che preferisce e – nel caso delle scuole universitarie (università, politecnici federali, scuole universitarie professionali e alte scuole pedagogiche) – può anche scegliere liberamente il luogo. Qualche restrizione sussiste nel settore della formazione professionale a seconda dell'offerta di posti di tirocinio. Presso alcune scuole universitarie vige il numerus clausus per singole discipline.

Stato: marzo 2017